Innocenzo Manzetti
Innocenzo Manzetti

Museo Manzetti

26 ottobre 1989 oltre 27 anni di attività!

Associazione culturale

(affiliata al Centro Studi

De Tillier)

 

Viale Federico Chabod, 62


11100 Aosta (Valle d'Aosta)

 

museo.manzetti@gmail.com

 

Tel. 339 3574718

 

twitter.com/I_Manzetti

Nuovo e vecchio sito web

Su questo nuovo sito web potrete trovare tante novità e informazioni!

Il vecchio sito (www.innocenzomanzetti.it) - in rete dal gennaio 2007 al gennaio 2014 - ha superato le 31 mila visualizzazioni.

CURIOSITA'

 

Nel 2008 Lino Colliard (1934-2010) - uno tra i più importanti storici valdostani contemporanei - in merito al nostro libro Il laboratorio delle meraviglie, da lui definito come "ottimo studio", ci scrisse: E' una puntualizzazione che vi fa onore e il cui contenuto condivido appieno. Ciò che da ex-archivista mi ha colpito, come altre opere vostre, è l'acribia della ricerca, la ricca iconografia, lo scritto attraente, ma spassionato, privo di punte polemiche, storicamente esatto. "Honneur au mérite!".

Il velocipede

Con il suo continuo spirito di ricerca e innovazione, Manzetti pose mano al miglioramento del velocipede, di cui esistevano già numerose varianti, concentrandosi sulla tipologia a tre ruote introdotta nel 1869 da Raimondo Vallani, orologiaio e fabbricante di pesi. Già l’anno successivo Manzetti presentò il suo prodotto alquanto originale: un velocipede a tre posti.

In corrispondenza di ogni ruota erano posti un sellino e una coppia di pedali, in modo che ogni “pedalatore” avesse dovuto vincere la resistenza passiva di una sola ruota, rafforzando la potenza del veicolo in presenza di tre viaggiatori. Il manubrio era affidato al viaggiatore che stava davanti.

 


IL RACCONTO DEL VIAGGIO SPERIMENTALE

Nella fredda giornata di giovedì 20 gennaio 1870, il velocipede fu sperimentato nel tratto di strada da Aosta a Nus, e ritorno, da François Farinet, Albert Darbelley ed Elisée Vallaise. Partiti alle ore 11 dal Ponte di Pietra, essi percorsero la distanza di circa 12 km in un’ora e mezza, a una velocità media di 10 km/h, comprese le soste per ingrassare gli ingranaggi delle ruote. Non passarono certo inosservati poiché, oltre allo stravagante mezzo che utilizzavano, i pionieri si erano preoccupati di attaccare al velocipede una dozzina di rumorosi campanelli.

 

 

 


Stampa Stampa | Mappa del sito
© Innocenzo Manzetti - Museo Manzetti (associazione culturale) Sede: Viale Federico Chabod, 62 - 11100 Aosta (Valle d'Aosta, Italia, EU) -------- Sito Ufficiale/Site Officiel/Official Site -------- La Sala Museale, invece, è di proprietà della Regione valdostana e si trova sita presso il centro Saint-Bénin al 27 di via Festaz in Aosta.